Travel Blog

Come si festeggia la Pasqua nel mondo?

La festa affonda le sue origini nella religione ebraica, nel Pesach, ed è stata ripresa dal cristianesimo che ne ha notevolmente cambiato il significato. Eppure, nonostante le sue origini, le tradizioni pasquali nel mondo mescolano alla celebrazione cristiana usanze antiche, di religioni e credenze locali

In Irlanda si dice che “il sole balla la mattina di Pasqua” e non è raro vedere un secchio d’acqua messo fuori dalla porta per guardare la danza del sole riflessa sulla superficie. In onore di questa tradizione si fa una gara di ballo, la Cake Dance, e il vincitore riceve una torta in regalo!

in Germania il protagonista della Pasqua è un grazioso coniglietto amato da tutti i bambini,. Conosciuto come Osterhase, il buffo animaletto nasconde le uova colorate nei giardini o negli appartamenti dei bambini tedeschi. Come vuole la tradizione ogni bambino non esce di casa se prima non ha concluso la sua lunga caccia al tesoro. In campagna è usanza bruciare tutti i rami secchi sfregando rametti o utilizzando la silice; questo “fuoco sacro” andrà ad alimentare le fiammelle delle candele delle chiese come simbolo di purezza e di buon augurio contro il male.

in Andalusia e in altre città spagnole, le confraternite organizzano processioni in costume per rivivere le stazioni della via crucis di Cristo;

negli Stati Uniti la Pasqua è fatta di sfilate in stile carnevalesco, anche se più modeste, con bande musicali e abiti bizzarri. I bambini vengono molto coinvolti nell’usanza di dipingere le uova colorate, nascoste poi dallo spiritello dell’Easter Bunny per dare vita a divertenti caccie al tesoro. Il presidente ospita nel giardino della Casa Bianca l’annuale Egg Roll, la corsa delle uova dedicata ai bambini;

in Messico si inizia il giovedì santo con un giro di sette chiese per confessare i propri peccati e il sabato santo in un grande falò si brucia una sagoma di cartone raffigurante Giuda, il traditore.

in Russia si festeggia la Pasqua con un picnic in famiglia sulla tomba di un parente!

in Svezia una delle tradizioni pasquali più conosciute, lo Skärtorsdag, anche rinominato “Halloween di Primavera”, quando i bambini e le bambine si vestono e si truccano da Påskkärringar (streghe di Pasqua) e vanno in giro con la scopa bussando alle porte dei vicini, chiedendo dolciumi e monetine in cambio di cartoline pasquali. Le origini di questa usanza vanno ricercate nella mitologia scandinava: infatti, era credenza comune che, durante la Settimana Santa, le streghe si preparassero a volare verso il Diavolo a Blåkulla.

In Finlandia il significato cristiano della Pasqua trova poco spazio nella cultura del paese. Infatti, la festa di Pasqua è principalmente una celebrazione per dare il benvenuto alla primavera che inizia ad affacciarsi nelle regioni più a sud del Paese. Anche il Kokko (falò) pasquale affonda le sue origini nella mitologia finnica: vengono accesi infatti con lo scopo di spaventare con le loro scintille streghe e spiriti maligni delle foreste.

La Pasqua a Praga, come in tutta la Repubblica Ceca, è un affare serissimo. Infatti, se nella maggior parte dei paesi si parla di Settimana Santa, qui i festeggiamenti iniziano ben tre settimane prima. Le strade della città si animano con bancarelle pasquali, che vendono uova dipinte, fiori e biscotti. I festeggiamenti qui sono più che altro legati a Ostara (uno dei sabbat pagani) e alla rinascita della vita portato dalla primavera. Molto particolare il rito della pomlázka che prevede, oltre a fruste in salice e biscotti, di “innaffiare” le giovani donne per farle rinascere

In alcuni paesi della Sicilia si celebra una festa unica nel suo genere: in alcuni posti è chiamata la Festa dei Giudei, in altri Lu Ballu du Diavuli: gruppi di uomini, mascherati con il tradizionale costume rosso, si muovono per le strade del paese con il preciso compito di infastidire quante più “anime” possibili prima del pomeriggio in cui la Vergine Maria e il Cristo risorto salvano la situazione mandando via i demoni con gli angeli.

Nelle Filippine un aspetto curioso e affascinante sono le processioni teatrali del paese: le Salubong. Durante queste celebrazioni le donne si vestono da Vergine Maria e inscenano l’incontro con Cristo. E ancora una volta, fianco a fianco con le tradizioni cristiane, la Pasqua si tinge di credenze popolari dalle origini antiche. Per esempio, il Venerdì Santo, è buona norma stare molto attenti a non ferirsi, altrimenti si rischia di non guarire più.

A Brejo da Madre de Deus (Brasile) il mercante Epaminondas Mendonca  ebbe l’idea di portare in scena, in occasione della Settimana Santa, la vita, la morte e la risurrezione di Gesù. Nacque così il New Jerusalem Theatre, una piccola replica della città di Gerusalemme costruita nel 1962 appositamente per mettere in scena la Passione di Cristo. Il teatro  è considerato il più grande teatro all’aperto del mondo, si estende per circa 100.000 mq e conta 70 torri

A Lagos, in Nigeria, si festeggia un grande e coloratissimo carnevale, uno dei più noti Carnevali al mondo e il più importante di tutta l’Africa occidentale. La festa, che si celebra durante il Lagos Black Heritage Festival, che con la Pasqua cristiana ha in comune soltanto il periodo di celebrazione.

In Perù le tradizioni pasquali sono caratterizzate dal sincretismo fra religione andina e cristiana. Massima espressione dell’unione di queste due culture è la statua di Taytacha Temblores, il Signore dei Terremoti, o anche Gesù Cristo. La statua, che rappresenta la Crocifissione di Gesù, viene portata in processione il Lunedì Santo. Taytacha Temblores, oltre ad essere il patrono di Cusco, è anche considerato responsabile per aver ridotto i danni causati dal terremoto del 1650.

Alle Bermuda i festeggiamenti iniziano venerdì con il Good Friday KiteFest, apprezzato sia dalla gente del posto che dai visitatori. Le persone che vogliono festeggiare si recano in alcune parti dell’isola per mostrare e far volare i loro aquiloni fatti in casa, spesso con disegni geometrici audaci.

Nel 1991, “Rabbit-Free Australia” ha lanciato una campagna per sostituire il coniglietto pasquale con il Bilby pasquale, o bandicoot dalle orecchie di coniglio. Perché il passaggio? In Australia, i conigli sono ampiamente considerati parassiti per la distruzione dei raccolti e della terra.

A Firenze, si celebra una tradizione pasquale da 350 anni conosciuta come “Scoppio del Carro”, o “esplosione del carro”. Un carro decorato pieno di fuochi d’artificio viene condotto per le strade della città da persone in costumi colorati del XV secolo prima di fermarsi fuori dal Duomo. L’Arcivescovo di Firenze accende poi una miccia durante la messa pasquale che conduce all’esterno al carro e accende un vivace spettacolo pirotecnico. Il significato dietro l’usanza risale alla Prima Crociata e ha lo scopo di garantire un buon raccolto

In Polonia inzupparsi a vicenda con secchi d’acqua, pistole ad acqua è una tradizione pasquale chiamata Śmigus-dyngus, La leggenda dice che le ragazze che si bagnano durante il “Lunedì di Pasqua” si sposeranno entro l’anno.


Write a comment